Mettiamole a confronto

Due dispositivi che nascono con un unico scopo: dare al fumatore un’alternativa alle sigarette tradizionali.

MA LE DIFFERENZE?

Molteplici a partire dalla tecnologia, mentre IQOS utilizza il tabacco in STICK le sigarette elettroniche si avvalgono di liquidi, fino alla gestualità diversa.

“FUMO”

La sigaretta elettronica nasce per eliminare il più dannoso dei processi, la COMBUSTIONE creando semplicemente del VAPORE aromatizzato. Iqos riscalda il tabacco vero e proprio, gli stick che lo contengono (1stick=14 tiri) vengono riscaldati a 350°, contro i 900° della sigaretta tradizionale, sprigionando gusto senza fumo visibile né cenere.

GESTUALITA

Entrambe conservano gestualità, anche se diversa tra loro, e ritualità del fumo che si perde con tecniche alternative quali cerotti e gomme da masticare.

COSA CONTENGONO?

IQOS è adatta a chi non vuole rinunciare al classico tabacco che in questo caso viene imbevuto nella glicerina vegetale e avvolto in fogli di alluminio debole ed infine racchiuso in STICK che hanno un quantitativo fisso di nicotina, causa della dipendenza.

La SIGARETTA ELETTRONICA elimina il tabacco, lo sostituisce con liquidi composti da GLICERINA VEGETALE, GLICOLE PROPILENICO, ACQUA DISTILLATA, AROMI (opzonali) e NICOTINA da concentrazioni variabili o nulle. La possibilità di scegliere la gradazione, diminuendola nel tempo, di nicotina permette di TOGLIERE LA DIPENDENZA DA ESSA.

E PER QUANTO RIGUARDA LA SALUTE?

Sia IQOS che la SIGARETTA ELETTRONICA sono meno nocive delle ‘BIONDE’. Entrambe non prevedono inalazione di fumo prodotto da combustione, quindi niente monossido di carbonio, catrame, tossine e altri agenti cancerogeni, riducono così i danni da esposizione al fumo passivo.

IL PARERE DEGLI ESPERTI

IQOS è molto più recente (2015) rispetto alla SIGARETTA ELETTRONICA (2001) ma gli studi condotti fino a qui rivelano molte incertezze sulla sua salubrità. Una recente ricerca indipendente rivela che il tabacco riscaldato sprigiona, se pur in quantità ridotte, sostanze simili alla sigaretta tradizionale; dubbi tra gli esperti che sottolineano la presenza di polveri sottili dannose. Ad oggi non vi sono prove di una riduzione del rischio né per il cancro né per le malattie cardiovascolari.

La sigaretta elettronica vanta 20 anni di studi dove molti esperti si sono espressi in merito. Assodata è l’assenza di tabacco riscaldato e tutto quello che ne comporta. Il vapore contiene fino al 95% in meno di prodotti nocivi della sigaretta tradizionale. Nei liquidi sono presenti quantità irrilevanti di sostanze nocive, tanto irrilevanti da non renderli rischiosi; la loro produzione è regolamentata dalla Legislazione Italiana ed Europea: Direttiva Europea del 2014 TPD “I produttori ed importatori di sigarette elettroniche e di contenitori di liquido di ricarica effettuano una notifica al Ministero della Salute e al Ministero dell’Economia e delle Finanze di tali prodotti che intendono immettere sul mercato. La notifica è presentata elettronicamente sei mesi prima della prevista immissione sul mercato.”

AUTONOMIA

In entrambi i dispositivi l’autonomia dipende dall’utilizzo ma generalmente la copertura giornaliera è garantita.

IQOS con una carica può garantire l’utilizzo di 20 stick, poi va ricaricata nell’apposito Power Bank. Per la SIGARETTA ELETTRONICA dipende dalla batteria: integrata o esterna, grande o piccola. ‘Problema’ che si supera facilmente dato che i dispositivi sono dotati di porta USB che permette di caricarli velocemente, o sostituendo la batteria se non integrata.

MANUTENZIONE

IQOS risente dell’utilizzo del tabacco che riscaldato causa costante deposito di residui. Il produttore consiglia la pulizia una volta al giorno oppure ogni 20 stick.

La SIGARETTA ELETTRONICA ha 2 tipologie di ricarica: SISTEMA CHIUSO con cartucce di ricarica usa e getta o SISTEMA APERTO in questo caso il liquido viene caricato nell’atomizzatore/cleromizzatore dove è presente una resistenza (costruita con filo resistivo e cotone organico) che va sostituita, causa usura, indicativamente ogni 30/40 ml di liquido.

LEGISLAZIONE E NORMATIVE

IQOS e “RISCALDATORI DI TABACCO”

L’uso non è regolamentato nei dettagli, ma essendo un prodotto di tabacco, sviluppato da industrie del tabacco, è ragionevole pensare che sia sottoposta alle normative delle sigarette tradizionali.

SIGARETTA ELETTRONICA

Il loro uso è sottoposto alle stesse normative della sigaretta tradizionale per quanto riguarda gli edifici pubblici quali scuole ed ospedali, non è espressamente vietato negli altri locali il cui divieto rimane a discrezione del gestore.

LA SCELTA

Considerando tutti i pro e contro chi cerca una mera alternativa alla sigaretta tradizionale può provare Iqos. Chi desidera smettere con le ‘bionde’, effettuando una scelta più responsabile, può affacciarsi ad un mondo dove la sperimentazione di gusti ed aromi non ha una fine. Nel nostro shop troverà la sua SIGARETTA ELETTRONICA, segui il link e scopri i prodotti www.vapelounge.it

 

Leave a Reply